A breve sarà online il nuovo sito dell'Ufficio Catechistico. Appena disponibile verrà comunicato il nuovo indirizzo.

 Di seguito presentiamo le attività principali dell'anno pastorale

Tra le iniziative più recenti avviati dall'Ufficio catechistico Nazionale, spicca il progetto “Vie della Bellezza”. Esso sorge dall’esigenza di sostenere la crescente attenzione verso le arti come linguaggio di evangelizzazione e considera il patrimonio culturale ecclesiale come risorsa di educazione alla fede.

Consiste in una raccolta delle esperienze, dei materiali e degli eventi sul rapporto tra arte e vita cristiana, realizzati sul territorio nazionale dalle Diocesi e dalle altre realtà ecclesiali, al fine di incrementare e diffondere le buone pratiche e l’integrazione pastorale.

http://www.viedellabellezza.it/

La Scuola nazionale per formatori alla evangelizzazione rappresenta ormai da anni un punto di riferimento significativo per coloro che intendono arricchire le proprie competenze formative, soprattutto nell'ottica di accompagnare altri catechisti diocesani o parrocchiali.
La scuola, scandita su due annualità, propone un percorso formativo basato sulla logica del laboratorio e dell'apprendimento adulto e si pone per questo in continuità con lo stile dell'Ufficio Catechistico Diocesano.
L'UCD di Modena sostiene pertanto questa iniziativa e invita i catechisti e i formatori a prendere seriamente in considerazione questa proposta. La cornice dell'Alpe di Siusi e soprattutto la possibilità di confrontarsi con operatori pastorali provenienti da diverse regioni d'Italia, rende questa esperienza particolarmente ricca e stimolante.
Per maggiori informazioni, si può scaricare il depliant della iniziativa, o visitare il sito www.formazionesiusi.it.

Carissimi catechisti trovate di seguito

4 laboratori pensati dall'ufficio Caritas modenese.

Questi laboratori permettono di affrontare nei gruppi dei cresimandi, che hanno partecipato all'incontro del Palapanini, il tema

delle povertà, dei migranti, dello spreco di cibo,  realtà sulle quali i ragazzi sono già stati invitati a riflettere grazie alla raccolta di beni fatta in occasione dell'Incontro con il Vescovo.

L'ufficio Caritas rimane disponibile ad essere contattato  per offrire materiale e altri spunti di riflessione ai catechisti.